2 bi


La tua BI è al passo con i tempi?

Nell’era dell’Impresa 4.0, nozioni quali “innovazione”, “sviluppo”, “evoluzione” e “aggiornamento”, dovrebbero costituire un vero e proprio mantra da seguire per restare competitivi. Ma essere al passo con i tempi non è affatto facile e, se la tecnologia galoppa alla velocità della luce, le aziende fanno qualche timido passo qua e là nel vastissimo mondo della Digitalizzazione.

La Business Intelligence in particolare, proprio sull'onda di questo “mare digitale”, è stata oggetto di notevole rinnovamento. Dal monitoraggio, controllo e analisi dei dati si è dunque passati ad un complesso sistema di interconnessione degli stessi, orientati all'estrazione di informazioni aziendali, altrimenti latenti e non visibili. La BI risulta quindi fortemente implementata da funzioni, che l’han resa fondamentale per la gestione ottimale di un’impresa orientata al futuro.

Possiedi le giuste “capacità”?

Riuscire a passeggiare nel labirinto delle innumerevoli possibilità offerte dai più sofisticati software di BI non è cosa da poco, ecco perché Gartner, la più autorevole società di ricerca e consulenza a livello mondiale nel settore dell’Information Tecnology, ha individuato le più importanti “capacity” che una piattaforma di Business Intelligence e Analytics deve assolutamente comprendere. Queste funzionalità sono state poi raggruppate secondo l’area di applicazione, semplificando le cose e offrendo una chiave di lettura più mirata. Ciò consente una comparazione facilitata tra strumenti già eventualmente in uso e strumenti proposti da altri competence center.

La comunicazione è una tua priorità?

Cosa deve comprendere una piattaforma di Business Intelligence per essere considerata completa dal prestigioso istituto di analisi e ricerca Gartner?

La risposta è “semplice”: TUTTO! Dalle attività di amministrazione all’auditing, dalla sicurezza alla capacità di consegna e distribuzione su cloud, per chiudere con la facoltà di acquisire e interconnettere dati provenienti da qualsiasi fonte. Una BI efficiente deve essere multitasking, e per fare ciò il software deve essere dotato di una architettura capace di comunicare a livello bidirezionale.

Recupera tutti i dati possibili, saranno le fondamenta della tua azienda!

Come precedentemente detto la capacità di una piattaforma BI di far interagire dati di svariate origini genera tutta una serie di informazioni. Queste, se ben analizzate possono portare a risultati che faranno la differenza tra una azienda orientata alla crescita e una immobile rispetto all’andamento del mercato, incapace di valutare possibili margini di miglioramento. Il data management perciò non può essere assolutamente trascurato e deve comprendere la gestione di dati e metadati, la funzione ETL (estrazione, trasformazione e loading dati in un data warehouse), incorporata al data storage e la funzione grafica (drag & drop) di selezione e organizzazione degli stessi.

Possiedi le giuste informazioni?

Se l’aspetto di data management risulta fondamentale, la logica conseguenza è l’essenzialità dell’aspetto contenutistico, ossia del ricavo delle informazioni. A tal proposito Gartner è chiaro: le possibilità di analisi devono esse avanzate e incorporate, supportate da dashboard disponibili anche stand-alone e dotate di visuale interattiva. E’ necessaria la presenza di un sistema di data discovery che sia “Smart”, non ancorato ad algoritmi statici e predefiniti ma libero di spaziare tra le fonti di origine dei dati. E’ opportuno infine prevedere e quindi predisporre la BI per un utilizzo mobile in modalità publishing.

Punta sempre al risultato!

Una volta ottenuta l’informazione di cui una azienda necessita, il vero risultato verrà ottenuto collocando l’informazione all’interno del processo aziendale nel più consono dei modi. Quest’ultimo passaggio perciò sarà il momento cruciale in cui i dati incontrano la creatività manageriale per tradursi in occasione di crescita economica e sviluppo aziendale. Per fare ciò sarà fondamentale che la piattaforma BI sia opportunamente collegata a tutti i reparti al fine di garantire la massima diffusione, e conseguente applicazione, delle informazioni ottenute.

 Kibs Studio ha riassunto tutte queste capacità e funzioni in un unico prodotto capace di dare “coscienza” al processo aziendale, indirizzandolo verso un futuro di costante evoluzione positiva. Quello della Business Intelligence è un aspetto articolato, intangibile e spesso difficile da concepire. Trascurarlo o disinteressarsene sarà l’autogol durante la coppa del mondo al novantesimo minuto.

#focus4enterprise

“Nessun vincitore crede al caso.”

Friedrich Nietzsche

‹ Torna al blog