pizzaproduction

Fare le cose vecchie in modo nuovo - questa è innovazione.

Joseph Alois Schumpeter

Il piano Impresa 4.0, previsto per gli anni  2019 e 2020, ha reso possibile l’introduzione di nuovi sistemi e tecnologie che hanno portato una ventata di innovazione all’interno delle fabbriche del food, dando vita a quella che molti studiosi chiamano la quarta rivoluzione industriale.

La crescita del settore alimentare nel nostro paese non accenna a fermarsi, ma oggigiorno esserne leader diventa sempre più impegnativo. Le aspettative dei consumatori, che richiedono di disporre sempre più velocemente una gamma di prodotti vasta e di qualità, aggiunte agli aggiornamenti normativi in materia di sostenibilità, tracciabilità e trasparenza per tutelarli, sono diventate una vera e propria sfida per le imprese.

Inoltre, la necessità di essere agili e flessibili rende necessario ottimizzare e massimizzare l’utilizzo degli impianti, migliorando la pianificazione e la produzione. Non a caso, da uno studio condotto da Nomisma, per conto di Fondazione Metes, è emerso che più del 40% delle industrie di produzione alimentare, non ha ancora preso in considerazione di implementare piattaforme IT, da un lato perché lo vedono più come un costo che come un investimento, dall’altro per paura di rischiare.

Kibs Studio, per le imprese di produzione alimentare

Istruire, accompagnare e supportare le PMI del comparto alimentare impegnate nei processi di digitalizzazione è uno degli asset fondamentali per la nostra organizzazione. L'attenzione che poniamo nel fornire servizi a supporto delle soluzioni applicative garantisce il livello di servitizzazione che meglio si addice alle esigenze del settore.

Grazie alla piattaforma IT KIBSS e alle sue funzionalità M.E.P.S., ottimizzare la produttività, i profitti e gestire i processi legati al ciclo produttivo, è molto più semplice e fruibile: alla portata di tutti..

Se vuoi innovarti e non restare dentro alla comfort zone, valuta tutti i vantaggi descritti nell'approfondimento.

#KIBSSforFood

Scarica approfondimento

‹ Torna al blog