infografica2

Abbiamo precedentemente visto la differenza tra sistema MES e MEPS, spiegandone la sua funzione generica all’interno delle aziende di produzione. Ancora oggi però, molte di queste gestiscono e monitorano la produzione affidandosi a software ormai obsoleti come Microsoft Excel o Microsoft Word. L’utilizzo di strumenti così limitati e limitanti comporta una corposa serie di problemi, che possono minare la brand reputation aziendale e la sinergia aziendale.

Veniamo al dunque

Excel è uno strumento eccessivamente generico, usato per schematizzare ed organizzare pochi dati decisamente poco esaustivi. Per quanto riguarda le funzionalità di condivisione e reperibilità di informazioni che lo caratterizzano, esse sono modeste e non consentono un’analisi approfondita. Altro limite consiste nell’incapacità di gestire ingenti quantità di dati, escludendo così la possibilità di ottenere prospetti precisi e puntuali delle attività di fabbrica.

Word, invece, è solo un programma di video scrittura, usato solitamente per realizzare documenti di accompagnamento ed etichette. Un primo limite di questo software consiste nell'impossibilità di automatizzare l’inserimento dei dati, ciò comporta non pochi errori di battitura. Altro limite impedisce l’ottimizzazione della comunicazione e del flusso di documenti a causa delle numerose copie dello stesso che si possono creare. Ciò implica il grosso rischio di perdita o sovrascrittura di preziose informazioni, talvolta riguardanti ordini clienti o lo stato di avanzamento dei lavori.

Word ed Excel risultano dunque strumenti per autogestirsi, non per gestire la complessità della produzione e tutto quello che ci gravita intorno. L’utilizzo massivo di questi due strumenti è infatti causa di un rischioso disallineamento tra reparto manageriale e fabbrica, che comporta inevitabilmente tutta una serie di problemi: ritardi, mancanza materiali, magazzini disallineati, difficoltà nell'individuazione dei costi di produzione, etc..

L’anello di congiunzione a salvaguardia della qualità

Management e fabbrica devono necessariamente essere allineati, al fine di raggiungere i risultati prestabiliti in base alle strategie attuate. In relazione ai dati provenienti dalla fabbrica infatti, è possibile recuperare tutta una serie di informazioni; queste, opportunamente elaborate, portano alla definizione di decisioni immediate nonché alla stesura di strategie aziendali, obiettivi e previsioni a lungo termine. La loro realizzazione permette un ritorno economico e finanziario massimizzato, utilizzabile in parte anche per investimenti sulla produzione, utili alla ulteriore crescita aziendale.

 Il MEPS gestisce non solo la pianificazione e la realizzazione delle attività di fabbrica, ma si occupa anche di inviare i dati elaborati al reparto manageriale, collocandosi dunque come anello di congiunzione tra i due diversi ambienti aziendali. Il MEPS è dunque l’unico strumento davvero capace di garantire l’allineamento dell’intera organizzazione.

Word ed Excel inoltre, non potendo garantire massima precisione nella gestione delle informazioni, possono inficiare sulla reputazione aziendale, presso il cliente. Per fare un esempio, ritardi nella consegna delle forniture per spedizioni non correttamente calcolate, fermi macchina imprevisti o materiali ordinati troppo tardi, causano un senso di sfiducia nonché impressione di scarsa qualità nel cliente finale che difficilmente rinnoverà il rapporto di collaborazione per acquisti futuri. Se la cosa diventa sistematica nel tempo il rischio di dissento finanziario può tradursi in spietata realtà. Il MEPS è capace di evitare tali difficoltà, grazie alla grande quantità di funzionalità che lo compongono.

 Servizi, vantaggi e problematiche risolte sono tutti argomenti che specificheremo di volta in volta. Se sei curioso di scoprire come può il MEPS essere utile alla tua azienda continua a seguirci!

#focus4enterprise

“La fiducia si guadagna goccia a goccia, ma si perde a litri”

Jean-Paul Sartre

‹ Torna al blog