Recession 2019

A fine luglio l’Istat ha certificato la crescita zero per il secondo trimestre.

Se ciò non bastasse, la crisi politica d'Agosto, ci obbliga ad alzare lo sguardo dalle polemiche, dispetti, insulti, chiacchiere, mosse tattiche, giravolte e furberie, tutte da teatrino della politica, che hanno caratterizzato quest’ultimo periodo 

Per gli imprenditori è necessario capire quali siano i problemi reali da affrontare per poter valutare quale strada sia opportuno intraprendere per l’industria italiana.

Il primo problema si riassume in una parola, recessione, come suggerisce Il Sole24Ore, ricordando che, nel secondo trimestre, il Pil tedesco è arretrato dello 0,1%, come effetto della crisi dell’auto e della “guerra dei dazi” tra gli Usa e la Cina.

La produzione industriale nell’area euro è scesa dell’1,6% a giugno, e in Cina, in luglio, ha toccato i minimi da 17 anni.

La Repubblica evidenzia che “Le locomotive del mercantilismo globale, Cina e Germania soffrono due crisi gemelle: rallenta la crescita della prima, è già sull’orlo di una recessione la seconda”, e aggiunge che “il Pil tedesco non è mai andato così male dal 2012”.

Viviamo tempi difficili e di grande instabilità economica; ai cattivi segnali congiunturali dovuti alla recessione, vanno aggiunti quelli di più lungo periodo: lo scarto tra sviluppo delle tecnologie e permanere di un basso livello di produttività, le radicali modifiche del lavoro (con tutte le conseguenze sociali che ne derivano), le nuove questioni legate alla diffusione dell’economia della conoscenza e ai “divari digitali”.

Gli investimenti delle imprese sono stati frenati dall’incertezza e dalla caduta di fiducia, oltre che dalla fine dei sostegni fiscali per l’innovazione.

A Settembre inizia l’ultimo quadrimestre in cui è possibile sfruttare le opportunità rese disponibili da Industria 4.0.

Potrai usufruire del supporto gratuito dei nostri specialisti per impostare innovativi progetti di automazione industriale e trasformazione digitale per la tua Impresa.

Visita il nostro sito internet ( https://www.kibsstudio.com )  oppure contattaci subito ( kibsstudio@kibsstudio.com ).

‹ Torna alle news